Danilo Ridolfi Personal Trainer

Home > Salute > Attività Fisica per donne operate al seno

Attività fisica specifica per le donne operate per un carcinoma mammario

Progetto Salute in Rosa© di Danilo Ridolfi

L’attività fisica ha un ruolo determinante nella prevenzione dei tumori al seno e una funzione protettiva sul fisico per le donne che seguono cure oncologiche. Gli studi scientifici dimostrano che già da un minimo di 3 ore di attività fisica moderata a settimana si riduce leggermente il rischio di recidive e questo rischio si riduce in modo costante all’au-mentare della quantità di esercizio fisico svolto settimanalmente.

personal-trainer-rimini

Superata la fase post-operatoria e quella riabilitativa iniziale possono presentarsi o divenire croniche problematiche che vanno dal semplice dolore, al deficit motorio, alla scapola alata, al linfedema. Dopo un prima fase svolta con il fisioterapista, è importante tornare ad un’attività fisica completa e costante, valutando le limitazioni dell'arto supe-riore e della spalla identificando una strategia motoria idonea e personalizzata.

Dalle operazioni più piccole e conservative a quelle più invalidanti il Nordic Walking è una risorsa utilissima per mi-gliorare l'autonomia motoria e ridurre in modo deciso le complicanze post-chirurgiche.

Il Nordic Walking, grazie al movimento oscillatorio del braccio e l'utilizzo della muscolatura dell'avambraccio per il ciclo apertura-chiusura della mano, permette di migliorare notevolmente uno dei problemi più frequenti: il linfedema. Grazie al Nordic Walking è possibile recuperare la funzionalità dell'arto superiore e ridurre l'accumulo cronico di liqui-di a livello interstiziale, ritrovando una dimensione più “naturale” e una maggiore sensazione di libertà e “leggerezza” nella quotidianità di tutti i giorni.

personal-trainer-rimini

I vantaggi sul fisico si sommano a quelli psicologici dell’aumento della “self-efficacy” ovvero la capacità di “sentirsi abili” a svolgere un compito. Muoversi meglio, ed essere in grado di compiere esercizi impegnativi, aumenta la fidu-cia in se stessi e nelle proprie capacità. Recuperare contatto con il proprio corpo e tornare ad attività fisiche comple-te e “giustamente” intense è fondamentale per stare meglio e migliorare la qualità di vita.

 

Progetto Salute in Rosa©

Programma di allenamento di gruppo per il miglioramento del potenziale motorio, l’allenamento generale e la riedu-cazione funzionale della spalla per le donne operate per carcinoma mammario. Il programma, svolto insieme a Danilo Ridolfi, Personal Trainer Diplomato I.S.E.F., prevede l’utilizzo di bastoncini professionali da Nordic Walking ed esercizi a corpo libero e con piccoli attrezzi, studiati espressamente per il miglioramento delle problematiche presenti nelle donne operate al seno.

personal-trainer-rimini

Il programma Salute in Rosa © è un protocollo di esercizio fisico che offre vantaggi sia a livello fisico che a livello mentale.

A livello fisico: miglioramento della coordinazione, del controllo motorio, dell’equilibrio, della resistenza cardio-vascolare, della tonicità muscolare, della mobilità articolare. Ridurre il linfedema dell’arto operato e la funzionalità articolare della spalla.

A livello psicologico: aumento della fiducia in se stessi e nelle proprie potenzialità, spinta alla socialità contrastando l’isolamento con l’attività di gruppo, maggiore libertà mentale derivante dall’attività all’aria aperta e approccio alle problematiche fisiche specifiche da un altro “punto di vista”.

personal-trainer-rimini

 

Periodizzazione del progetto Salute in Rosa©:

Il progetto di otto settimane si divide in quattro meso-cicli di due settimane l’uno con obiettivi prestabiliti.

Primo meso-ciclo: apprendimento del movimento “base” della camminata con i bastoncini e dell’utilizzo cor-retto del bastoncino. Conoscenza dei muscoli del corpo e del loro differente funzionamento. Approccio iniziale alla biomeccanica del passo e della coordinazione tra arti inferiori e superiori. Aumento resistenza muscolare, equilibrio e coordinazione.

Secondo meso-ciclo: esercitazioni sulla postura corretta e giusto sincronismo degli arti nella camminata con i bastoncini, esercitazioni di equilibrio statico e dinamico a coppie, miglioramento della coordinazione degli arti con esercizi specifici. Aumento resistenza muscolare ed inserimento esercizi di tonificazione leggera.

Terzo meso-ciclo: esercitazioni di equilibrio statico e dinamico, esercizi di manualità semplici con l’utilizzo di palline e funi svolti sia individualmente che a coppie, miglioramento della postura della camminata con i bastoncini, sviluppo della resistenza degli arti camminando con i bastoncini per un tempo maggiore. Au-mento resistenza muscolare ed inserimento esercizi di tonificazione di intensità progressivamente cre-scente. Prime salite di media intensità.

Quarto meso-ciclo: miglioramento equilibrio statico e dinamico con esercizi leggermente più impegnativi, esercitazioni sulla postura della camminata con i bastoncini e sincronismo arti, esercitazioni sul “ritmo” cioè precisione temporale dei movimenti, esercitazione di “differenziazione cinestesica” ovvero la capacità di eseguire movimenti precisi ed efficaci. Salite progressivamente più impegnative in base al miglioramen-to soggettivo. Esercizi di tonificazione di intensità crescente.

personal-trainer-rimini

Riferimenti Bibliografici

1. Siegel R, DeSantis C, Virgo K et al. Cancer treatment and survivorship statistics, 2012. CA Cancer J Clin 2012

2. Fong DY, Ho JW, Hui BP et al. Physical activity for cancer survivors: meta-analysis of randomised controlled trials. Br Med J 2012

3. Rohan TE, Fu W, Hiller JE. Physical activity and survival from breast cancer. Eur J Cancer Prev 1995

4. Brahamson PE, Gammon MD, Lund MJ et al. Recreational physical activity and survival among young women with breast can-cer. Cancer 2006;

5. Holick CN, Newcomb PA, Trentham-Dietz A et al. Physical activity and survival after diagnosis of invasive breast cancer. Cancer Epidemiol Biomarkers Prev 2008

6. Irwin ML, Smith AW, McTiernan A et al. Influence of pre- and postdiagnosis physical activity on mortality in breast cancer survi-vors: the health, eating, activity, and lifestyle study. J Clin Oncol 2008

7. Friedenreich CM, Gregory J, Kopciuk KA et al. Prospective cohort study of lifetime physical activity and breast cancer survival. Int J Cancer 2009

8. Emaus A, Veierod MB, Tretli S et al. Metabolic profile, physical activity, and mortality in breast cancer patients. Breast Cancer Res Treat 2010

9. Irwin ML, McTiernan A, Manson JE et al. Physical activity and survival in postmenopausal women with breast cancer: results from the women’s health initiative. Cancer Prev Res (Phila) 2011;

10. Ibrahim EM, Al-Homaidh A. Physical activity and survival after breast cancer diagnosis: meta-analysis of published studies. Med Oncol 2011

11. Fairey AS, Courneya KS, Field CJ et al. Effect of exercise training on C-reactive protein in postmenopausal breast cancer survi-vors: a randomized controlled trial. Brain Behav Immun 2005;

12. Fairey AS, Courneya KS, Field CJ et al. Randomized controlled trial of exercise and blood immune function in postmenopausal breast cancer survivors. J Appl Physiol 2005

13. Holmes MD, Chen WY, Feskanich D et al. Physical activity and survival after breast cancer diagnosis. JAMA 2005

Vorresti più informazioni? Invia una e-mail!